James Valentino Official

Official Website

Le mie poesie

By on Settembre 7, 2020

GUERRA

Un soffio d’alone di guerra,

si tinge, si ferma, cammina,

sulla cima eburnea, respira.


Ansimando va da solo il soldato,

respira, respira,

il dolce ricordo della paura.


Così come un relitto,

sotto il cielo arso di comete di fuoco,

o guerra, è sconfitto.



QUALCOSA SU PARETE

Nere stalle sotto il cielo azzurro,

con stesse silenti vite nascoste,

nella cerchia di strade di burro,

sussurri di labbra frapposte.


E di labbra sprecate per vermi di parole,

striscianti i visi come le bettole fumanti,

i lampioni van cercando stelle sole,

per far di sé futili amanti.


L’ANGELO

Sono stato un angelo.

Poi ho scoperto la grata

di una vena rossa

che pulsava contro l’istinto innocuo e bianco.

Sono approdato distante

con l’elmetto regale dell’esistenza

e un foglio bianco su cui scrivere

pagine di morte con una lingua vergine.


Avrei voluto scoprire

le redini ancorate

che mi avevano come bersaglio.

Ma le corde

così sfilacciate e resistenti

bruciavano come carne al fuoco

sotto purpuree stelle

di risate funamboliche ed angeliche.